Barchino divergente con barra elastica

Per quanto riguarda la costruzione del barchino divergente io sono molto tradizionalista:

1- il barchino ha due derive
2- le derive sono di grandezza e altezza differenti
3- il barchino è di legno

Il barchino √® un oggetto antico e bisogna rispettare la sapienza e l’esperienza con cui √® potuto giungere fino a noi.

Certo ben vengano gli accorgimenti tecnici per farlo navigare meglio, ma che siano comprovati. Un barchino divergente costruito bene, funziona bene. Ad esempio non mi piace affatto il barchino a 4 pale perch√© l’incidenza in acqua √® molto minore rispetto al barchino tradizionale e nessuno mi convincer√† mai che spostare meno acqua sia meglio. La fisica e la logica mi dicono il contrario. Il barchino a 4 pale, detto anche barchino da tempesta, regge meglio il mare mosso? Forse regge meglio di un barchino tradizionale non equilibrato o costruito male. Un barchino tradizionale costruito bene regge anche le onde molto grosse, e se si ribalta basta continuare a tirare per farlo tornare in posizione. Continue reading

Occhiali da pesca

In un sondaggio pubblicato su questo sito in cui si chiedeva quale fosse per voi la migliore ora per andare a pescare con il barchino divergente, le risposte si sono equamente divise tra alba e tramonto, con una leggera prevalenza per le le ultime luci della giornata.

Sono orari di pesca molto diversi: all’alba c’√® una sorte di risveglio anche per i pesci, che vengono presi dalla frenesia di mangiare dopo le ore di buio. Al tramonto forse il passaggio pi√Ļ graduale dalla luce piena al crepuscolo rende i pesci meno diffidenti.

Per quanto riguarda noi pescatori invece, che sia alba o tramonto, significa comunque camminare in riva al mare con il sole basso e questo può creare dei problemi alla vista.

Mentre osserviamo l’andamento del nostro barchino potremmo incrociare la vista del sole basso sull’orizzonte, e comunque la luce riflette a specchio i suoi raggi. In queste condizioni di luce √® molto importante proteggere i nostri occhi. Continue reading

Come costruire il barchino divergente: video tutorial

Costruire da soli il barchno divergente non è difficile . Certamente serve un minimo di manualità e gli attrezzi giusti, ma la composizione del barchino è fatta da pochi pezzi semplici. Non bisogna essere provetti falegnami per costruire un barchino divergente .

In questo video pubblicato su youtube viene mostrata la costruzione di un barchino passo-passo, dal progetto alla prova in mare . Ci sono degli argomenti non affrontati, come il legno da usare e dove trovare il braccio a cui agganciare il trave, ma è un buon tutorial per chi non ha mai costruito un barchino .

Il progetto iniziale tra l’altro √® uno di quelli che abbiamo pubblicato noi, lo trovate qui . Continue reading

La fisica del barchino divergente

Porto in evidenza questo commento lasciato da mazzapioda nella pagina Cosa è la pesca con il barchino divergente .

E’ molto tecnico, non ho capito tutti i passaggi, ma la dimostrazione matematica √® riferita ad imbarcazioni vere e proprie, ed il barchino divergente non lo √® .¬† Ad esempio nel suo baricentro, a differenza di un catamarano vero, c’√® praticamente assenza di peso .

mazzapioda nella premessa parla della divergenza del barchino, il fenomeno per cui tirandolo da terra si riesce a spingerlo al largo . Purtroppo non chiarisce cosa sia la scomposizione delle forze di traino, ma nonostante lui lo neghi a lettere maiuscole, io resto convinto che la differente misura delle due derive e la loro proporzione sia fondamentale per una corretta divergenza.

Tutto il resto del commento è riferito alle misure progettuali per evitare il ribaltamento del barchino, argomento comunque fondamentale, anche se è molto teorico e non vedo come applicarlo alla costruzione del barchino.

Ecco il commento di  mazzapioda,  aspetto le vostre risposte, sono sicuro che potremmo aprire un argomento vasto ed interessante.

Continue reading

Vogliono proibire il palamito e la nassa

Un lungo trave che sorregge ad intervalli regolari dei terminali con un unico amo, con un esca corposa, lasciato in acqua poche ore .

Questo è il palamito, chiamato coffa in Toscana .

Si stende da una barca, anche se esiste il palamito a vela, per stenderlo da terra con i venti favorevoli ed io l’ho visto fare anche con un modellino di barca con motore a scoppio.

coffa o palamito

La nassa è una gabbia costruita in vari materiali, una volta si usava con stecche di canna di bambu, adesso sono metallite, di plastica, di rete, che si immerge in acqua con un peso, in cui i pesci riescono ad entrare, ma non ad uscire. Continue reading

monofilo, fluorocarbon e intrecciati: i diversi tipi di lenza

i diversi tipi di lenza

i diversi tipi di lenza

La lenza √® la parte pi√Ļ delicata che ci collega alla spigola appena catturata .

La lenza è continuamente sottoposta al deterioramento per effetto di acqua, luce solare, sale marino, freddo o caldo .

La lenza deve essere robusta, ma invisibile, flessibile ma non troppo, sopportare peso e torsioni .

Ci sono tre tipi fondamentali di lenze per quanto riguarda la pesca: monofilo, fluorocarbon e filo intrecciato. Ciascuno ha le qualità e le proprietà che li rendono utili per situazioni diverse. Ma ciascuno ha anche potenziali svantaggi che possono influenzare la loro efficacia in determinate situazioni. Continue reading

Idee per il barchino divergente: Galleggianti sul trave

inserire i galleggianti nel barchino divergente

In questo periodo estivo in cui molti barchini divergenti restano fermi, l’argomento pi√Ļ interessante mi pare quello proposto sul forum riguardo all’inserimento di galleggianti sul trave di traino del barchino.

L’ idea √® quella di inserire ad intervalli regolari sul trave dei galleggianti in modo che il trave, con il barchino a navigare a lunghe distanze, non sia immerso in acqua, in modo da diminuire l’attrito e il peso di trascinamento.

La modifica sarebbe innovativa, c’√® da capire se porta benefici e quali .

Considerando che non ho il barchino in mare, nè tantomeno un trave con galleggianti, posso solo trarre le mie conclusioni teoriche, per quelle che sono le mie conoscenze, senza controprova pratica in mare, che è quello che alla fine conta.

Il problema che si vorrebbe risolvere con i galleggianti sono due:

Рil barchino è troppo pesante da trainare.

– decine di metri di trave in acqua frenano l’avanzata del barchino verso il largo

Continue reading

La giusta posizione del barchino

tempo di scannetto by @andrewbsm

Quando vado a pescare sono sempre solo. Ed impegnato nella pesca. Quindi diventa difficile scattare fotografie mentre pesco con il barchino divergente.

Per fortuna ho trovato su instagram una foto molto significativa di questo tipo di pesca, o dello scannetto come lo chiama il ragazzo autore della foto a cui ho ‘rubato lo scatto‘.

Una bella foto, una spiaggia deserta, il ragazzo che cammina, il mare poco mosso ed il barchino divergente.

Avete visto dov’√® il barchino ?

Quasi perpendicolare a lui, cammina alla sua altezza.

Proprio come il mio barchino divergente ed è questo che vi volevo mostrare.

Almeno con il mare calmo o poco mosso il barchino in navigazione deve raggiungere il largo e camminare alla nostra altezza, con il trave quasi perpendicolare alla spiaggia.

Questo è un barchino che diverge bene.

Continue reading

quando si imbrogliano i terminali

spigola 11-10-13

Venerdì sono tornato a pesca, di mattina tardi circa tre ore tra le 9 e le 12 .

C’era mare molto agitato, quasi al limite delle possibilit√† di pesca.

La mia lotta con le onde √® stata ripagata da questa bella spigola che ad occhio sar√† pesata intorno al chilo. Non l’ho potuta pesare perch√® l’ho regalata per strada, ancora prima di portarla a casa.

Però era davvero bella grande e molto combattiva .

Sono stati minuti di divertimento, per il resto la giornata √® stata passata a sbrogliare spesso i terminali, con l’obbligo ogni tanto di tirare in terra e verificare che ce ne fosse rimasto qualcuno in pesca .

Sabato pomeriggio sono tornato ancora in pesca, stesso posto, stessi raglou, ma non ho preso nulla, a parte una spigoletta poco pi√Ļ grande della mano che ho ributtato in acqua .

Però il mare si era calmato, restava qualche onda di scaduta, ed ho camminato senza interruzioni, anche troppo visto che il buio mi ha sorpreso a metà spiaggia .

Sabato ¬†dicevo non ho preso nulla, ma mi sono forse divertito di pi√Ļ di venerd√¨ che ho preso la regina da un chilo (pi√Ļ o meno). Continue reading

Il rivoluzionario barchino di Paolo (cippalippa)

Uno degli argomenti pi√Ļ curiosi e che attira commenti su questo sito dedicato ai barchini divergenti √® sicuramente il barchino progettato e costruito da Paolo, conosciuto sul forum con il nickname Cippalippa .

Abbiamo già pubblicato il primo filmato che mostrava (e non mostrava) il barchino qualche tempo fa . Era un progetto segreto, che involontariamente ho contribuito a svelare pubblicizzando un altro filmato che avevo trovato su youtube.

E’ chiamato barchino da tempesta, ma in realt√† √® utilizzabile¬†¬†con tutte le condizioni del mare,da calmo a molto mosso.

Paolo parla così del suo barchino:

questo barchino l’ho ideato per questo,mi serviva un attrezzo che mi potesse far pescare con qualsiasi condizione trovassi,per anni quando arrivavo e trovavo un mare formato mi toccava pescare vedendo il barchino cappottarsi con le onde,era veramente frustrante,e perdipiu’ mi accorgevo che erano quelle le condizioni migliori di mare per trovare pesce. Continue reading