Spiaggia pulita e mare pulito, altrimenti è tutto più difficile.

Il mare, specialmente d’inverno, muta continuamente. Da un giorno all’altro possiamo trovare  il mare e la spiaggia completamente diversi e montagne di alghe possono arrivare e scomparire quasi misteriosamente.

Le alghe possono essere solo a mare, solo sulla spiaggia o sia a mare che in spiaggia.

Mentre normalmente per pescare da terra quello che interessa è un mare pulito, per pescare con il divergente è importante che lo sia anche la spiaggia.

Infatti l’attrezzatura viene sistemata allungata sulla spiaggia e poi trascinata, e se la riva non è pulita gli ami o le lenze possono agganciarsi allo sporco e trascinarlo in mare rendendo inutile la traina o addirittura impedendo la partenza stessa.

Se il mare è particolarmente sporco pesciolini ricoperti di alghe non pescheranno nulla e saremo costretti continuamente a tirare a terra per ripulirli o anche solo per controllarli rendendo spezzettate le nostre passeggiate e la pesca molto meno divertente.

Partendo da casa non si sa mai quale sarà la situazione e arrivati sul posto scelto sulla pesca sarà da valutare se la situazione è accettabile o se è meglio cercare un altro luogo in caso di situazioni davvero inaccettabili per la nostra pesca.

Spesso la spiaggia è sporca solo ad intervalli , magari il mare è pulito o sporco giusto sul bagnasciuga, qundi si può camminare un po’ per cercare uno spazio utile per la partenza.

Ma se abbocca qualcosa non si può camminare molto in cerca di un tratto di spiaggia pulita per sganciare il pesce. Di solito si tira subito a terra la preda, a meno che il tratto pulito sia a poche decine di metri di distanza.

Ed in queste occasioni succederà di dover ripartire in una zona di spiaggia non proprio adatta.

Se la spiaggia è solo leggermente sporca si può preparare la ripartenza togliendo lo sporco più grosso, specialmente i legnetti sulla riva.

Se lo sporco è molto o se abbiamo banchi di alghe davanti al nostro tratto di mare l’unica cosa da fare è riprendere il mare e spostarsi su un tratto di spiaggia pulita per ritirare tutto a terra e pulire gli ami.

Ieri mi è capitata proprio questa situazione. La spiaggia era abbastanza pulita, tranne che in in alcune zone circoscritte e proprio prima di una zona particolarmente algosa ho preso una piccola spigola.

Ho tirato a terra, neanche vedendo che il mio barchino sarebbe arenato su un tratto di spiaggia sporca, cosa di cui mi sono reso conto alla ripartenza.

Ero proprio sul confine tra la zona sporca e la zona pulita e un po’ per pigrizia un po’ perchè volevo ripassare subito nella zona in cui la spigola aveva abboccato che ho pensato di spostare il barchino una decina di metri più indietro, nella zona pulita di spiaggia, facendo fare una larga U al trave ed ai terminali. Sapevo che non è una manovra giusta da fare, ma ho voluto provare pensando di farlo con la giusta attenzione.

Poi ho tirato per andare in mare ed ho visto subito che 2 terminali si erano agganciati tra loro e naturalmente ho dovuto ritirare subito a terra e sbrogliare i terminali.

Non è stata una bella idea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *