Quali artificiali provate ?

esche a confrontoVisto che personalmente con la pesca sono fermo, e di conseguenza si fermano gli articoli del blog, promuovo in prima pagina questo commento di Paolo, che ringrazio per i suoi contributi, e che affronta un argomento che finora abbiamo ignorato.

Quasi tutti usiamo i raglou, sono buoni, ma non è detto che non ci sia di meglio ed anzi provare a cambiare ogni tanto può portare dei risultati.

Scrive Paolo:

eccomi qua,sempre alla ricerca di metodi e mezzi nuovi per innovare questo stupendo metodo di pesca.

Granpescatore

I Raglou di nuovo tipo mi stanno deludendo molto,sul mio trave monto gli insuperabili granpescatore n°1 che vanno benissimo nella schiuma e mare mosso,ma quando il mare e’ calmo,per insidiare le spigole che si avvicinano per la frega,i siliconi vanno meglio.

Mi rivolgo a chi desidera saperne di piu’ come per esempio chi pratica lo spinning in mare,e proprio da loro,leggendo sui forum e girando su internet ho visto che ci sono una miriade di esche nuove in silicone ,quindi mi sono proposto di provarle col barchino.

La prima in alto si chiama Reaction strike fathead 4″ e’ lungha 9.5cm pero’ mi sembra un po’ ferma con le velocita’ che adottiamo noi.

La seconda e la terza sono le stesse ma 3.5″,un cm di meno circa.

La quarta e’ uno split tail 4″ sempre stessa marca,la quinta e la sesta sono keitech swing impact 3.5″ che a mio avviso sono i migliori come mobilita’ e scodinzolo,potete cercare i video su you tube insieme al texas rig per innescare l’amo apposito che puo’ essere piombato in differenti pesi,sicuramente i lanciatori conoscono gia’ tali artificiali.

Finora ho potuto testarli solo una volta in una giornata in cui li mare era torbido e quindi no presi nulla neanche con le esche super affidabili come i vecchi raglou,non manchero’ di aggiornarvi sull’esito,chi vuole cimentarsi nei test si ricordi di usare braccioli 0,24 ,diametri maggiori riducono la naturalezza del nuoto.

—-

Mamma che brutte queste esche. Siamo sicuri che non spaventano i pesci ? 😀

scherzo.

Con il granpescatore pescavo a traina dalla barca, ma non l’ho mai usato con il barchino. proverò.

Per quanto riguarda le esche in generale per me è molto più importante il movimento, lo scodinzolamento, che aspetto e colore.  Quindi siliconi ben progettati, con corpo rigido e finale molto mobido dovrebbero pescare bene.

Gli altri lettori cosa hanno provato ?



9 Responses to Quali artificiali provate ?

  1. Anche a me piace provare esche nuove, però i miei 4 0 5 terminali con i raglou li ho sempre. io provo piccoli minnow, cucchiaini e esche in silicone. bisogna prestare attenzione a che pesciolini in silicone si prova perchè parecchi son fatti per essere manovrati con la canna, vanno animati e non semplicemente trainati, magari piombati e fatti saltellare sul fondo. io ora stò provando un esca della berkley che si chiama sandeels,sembra valida, però l’ho usata ancora poco per dare un giudizio .

     

  2. io, sotto consiglio di Paolo, sto provando i cucchiaini gran pescatore misura 1, due settimane fa sono andato a pesca ed ho preso una spigoletta (poi rilasciata) però non sono riuscito a vedere dove aveva abboccato perchè quando spiaggiata si è slamata quasi subito e non ho potuto capire se aveva abboccato ad uno o all’altro artificiale, però i due artificiali nelle vicinanze della spigola erano un raglou testa rossa ed un granpescatore, quindi non ho potuto stabilire di preciso quale dei due ha funzionato, anche se i testarossa hanno sempre fatto il loro dovere, però il cucchiaino può anche lui aver fatto centro….

    alle prossime uscite vedremo chi la spunta…

     

     

     

  3. Per quanto mi riguarda ho innescato due volte un gran pescatore e delle testine siliconiche piombate per insidiare i rombi, poi ho provato con un siliconico ma fino adesso niente. Devo dire che il mese di maggio/giugno dello scorso anno i raglou catturavano molto (spigola, leccia stella e due tracinette) vedrò in futuro cosa mi dirà la fantasia anche se è mia personale convinzione che il raglou sia il migliore.

    Al limite si può provare con dei civelix.

  4. A Spinning ho avuto buoni risultato usando un ondulante “a fetta di salame”, sostituendo l’ancoretta con un amo semplice a gambo lungo e innescando un vermone in silicone, preferibilmente completamente bianco o compkletamente nero. Anche il siliconico numero 4 color bianco della foto va bene.
    L’ondulante dà il movimento ed il peso per lanciare.
    Dovendo trainare, sostituirei l’ondulante pesante con uno più leggero, altrimenti resta appeso alla lenza inanimato.

     

     

  5. i gran pescatore non si battono con il mare mosso! sono Paolo, quello della foto iniziale,da ora in poi scivero’ con questo nick,se va bene al capo Salvatore

  6. Ciao Rosario. Qua puoi scrivere senza registrarti, come hai già fatto. Nella pagina Forum invece ti devi registrare, trovi nella pagina il link.

    Per le esce si utilizza principalmente il raglou , ma anche piume, cucchiaini ed altri artificiali . Comunque tutte esche adatte per la traina in superficie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *