Andare con il barchino divergente in una spiaggia piccola piccola

Vicino al mio paese c’è un’insenatura che i pescatori conoscono molto bene, perché è veramente miracolosa per quanto sia facile pescarci una spigola.

Essendo molto vicina al paese in estate (direi da dopo il primo maggio a fine settembre) è inavvicinabile con qualsiasi attrezzatura da pesca perché sempre piena di bagnanti, villeggianti al sole e molti molti bambini.

Però quando termina la stagione turistica c’è praticamente il cambio turno da amanti del sole e dei bagni con gli amanti della pesca.

Purtroppo però l’insenatura è piccolissima, al massimo 300 metri, inadatta alla pesca con il barchino divergente. Continue reading

Il barchino è anche su facebook, ma non c’è tutto quello che abbiamo qui

Nonostante io consideri trainadallaspiaggia.it il blog di riferimento del barchino divergente, anche perchè a mia conoscienza è l’unico blog in Italia che tratta questo argomento (a parte qualche sito commerciale per vendere i barchini, ma dove non ci sono articoli e non c’è una community) le discussioni sul sito si sono praticamente azzerate.

Trainadallaspiaggia.it ha visite, ma pochi commenti e quasi nessuno partecipa al forum . E’ triste ammetterlo ma è così.

Conosco però la motivazione (almeno la principale, se avete altri motivi per non scrivere qui fatemelo sapere e se posso porrò rimedio): facebook .

E’ indubbio che facebook è molto più comodo per postare commenti, impressioni, scambiarsi consigli e soprattutto inviare foto. Con facebook sono morti un pochino tutti i blog, non solo questo. Continue reading

Il barchino divergente su fishingtv

barchino divergente su italian fishing tv

Se un sito dedicato alla pesca come www.italianfishingtv.it non ha una sezione dedicata al barchino divergente significa che la nostra amata tecnica di pesca è davvero poco conosciuta.

Questo pensavo mentre scorrevo le pagine del sito, perchè se conosci la pesca con il barchino divergente non puoi non parlarne su un sito sulla pesca amatoriale. Se sai cosa è e come funziona , ti piace sicuramente e vorresti diffondere al mondo la conoscenza della vera pesca sportiva (nel senso che peschi e fai sport).

ItalianFischingtv è un sito dedicato alla pesca, ma è anche un canale satellitare, ricevibile al canale 811 di Sky .

Il target è più orientato alla pesca in acqua dolce, ma anche la pesca in mare ha buon risalto . Il sito è moderno, aggiornato, curato professionalmente .

Perciò ho deciso di dare un mio contributo ed ho provato ad inviare un articolo da pubblicare, per far conoscere ai loro lettori la bellezza della pesca con il barchino divergente .

La redazione ha approvato il mio articolo ed adesso potete leggerlo su italianfishingtv a questo indirizzo : http://www.italianfishingtv.it/traina-a-piedi-il-barchino-divergente/
Continue reading

Guida al barchino divergente per Passione Spigola

L’amministratore della pagina facebook di cui vi ho parlato (leggi qui) mi ha chiesto di pubblicare una piccola guida al barchino divergente .

La pagina facebook è dedicata alla spigola ed è frequentatissima da moltissimi pescatori che la insidiano con tutte le tecniche (surfcasting, spinning, bolognese, traina, con il vivo, con l’artificiale, con i vermi) ma pochissimi di loro conoscono il barchino divergente.

Così sono stato felice di pubblicare sulla pagina una guida riassuntiva sul barchino divergente, che vi riporto anche qua: Continue reading

Le pagine di base per il barchino divergente

Questo sito è costruito in forma di BLOG, ossia una serie di racconti uno di seguito all’altro .

Mi rendo conto che questa forma non è la migliore per chi arriva su questo sito cercando informazioni sul barchino divergente, per sapere cosa è e come funziona .

Magari l’ultimo articolo pubblicato parla di una fiera di attrezzatura da pesca o è il racconto dell’ultima passeggiata in spiaggia.  Chi vuole sapere come è fatto un barchino, perchè riesce a navigare verso il largo e come si usa per pescare, doveva finora scorrere tutti gli articoli alla ricerca di quello di suo interesse.

Ho pensato di agevolare i neofiti, chi ha bisogno di sapere le cose basilari sul barchino divergente, inserendo le tre grandi etichette celesti che da oggi campeggiano in cima al sito .

Cliccando su due delle tre etichette si accede a pagine specifiche e di informazione base su questa stupenda tecnica di pesca.

Una pagina è dedicata a spiegare come è fatto un barchino divergente.

L’altra pagina invece spiega come si pesca con il barchino divergente.

La prima etichetta porta al forum di discussione degli utenti, dove spero i nuovi arrivati e desiderosi di capire come funziona troveranno consiglio dai più esperti pescatori.

Agli utenti già iscritti da molto tempo chiedo comunque di leggere le due pagine, per suggerirmi magari dove posso essere più chiaro per i neofiti ed integrare informazioni necessarie che ho dimenticato. Continue reading

Ma cammina !

camminare sulla spiaggiaMi sembra che il numero di pescatori con il barchino stia aumentando, stiamo diventando numerosi.

E per i nuovi arrivati ecco un piccolo sunto della tecnica da usare in questo tipo di pesca.

Domanda: Come si fa la partenza ?
Risposta:  Stendi la tua attrezzatura sulla spiaggia, posiziona il barchino e cammina

D: come faccio a fare andare il barchino al largo ?
R: cammina, lasciando a poco a poco il trave

D: cosa devo fare aspettando che abbocchi ?
R: cammina

D: come faccio a tornare indietro ?
R:  cammina avvolgendo, quando il barchino è alla tua altezza dai uno strattone e poi cammina dall’altra parte

D: ha abboccato. Cosa faccio ?
R: cammina avvolgendo fino a che non puoi afferrare il terminale con il pesce (più info qui)

D: non abbocca nulla, cosa posso fare?
R: cammina ancora, prova più al largo, più a terra, cambia qualche esca con qualcosa di diverso

D: un onda ha rovesciato il barchino
R: cammina, si raddrizza da solo

D: con le onde o la corrente il barchino non riesce a prendere il largo
R: cammina più veloce

D: si è fatto tardi, è ora portare il barchino in terra
R: cammina riavvolgendo fino a che il barchino è a terra

Penso che abbiamo affrontato tutte le tecniche basi di questa pesca. Ho dimenticato forse qualche altra occasioni in cui bisogna camminare ? Continue reading

A pesca con il figlio

mio figlio pesca con il divergente

Sabato mattina ho portato con me a pesca con il divergente, per la prima volta, mio figlio di 10 anni.

La giornata era piuttosto nuvolosa, con minacce di pioggia, vento moderato. Il mare era poco agitato appena arrivati in spiaggia, verso le 9 del mattino, ma in crescendo e alle 11.30 quando siamo andati via le onde erano troppo alte per pescare.

Il ragazzo era moderatamente disinteressato, venuto in spiaggia più per farmi un favore che per interesse personale.

Comunque mi ha aiutato a preparare la partenza, con la stesura del trave e dei terminali e siamo partiti.

Inizialmente si è interessato al funzionamento di questa pesca, ha camminato con me. Per brevi tratti ha portato il barchino, solo per pochi minuti, rinunciando presto e poi riprovando dopo un po’.

Per un ragazzo cresciuto con giochi elettronici e consolle varie probabilmente l’attesa non rientra tra le sue abitudini.

Comunque ha camminato con me, senza troppe lamentele ed è finito varie volte con i piedi a mare, il più delle volte volontariamente giocando con le onde. Continue reading

Un bagno a novembre

il barchino e la boa

Venerdi 1° novembre sono andato a pescare. Sono arrivato presto sulla spiaggia, ma si vedeva subito che sarebbe stata una splendida giornata di sole. Il mare era calmo .

Ho passeggiato avanti e indietro per un bel po’ con la passeggiata bloccata dai soliti pescatori, senza prendere nulla.

Già da prima delle 10 del mattino la spiaggia ha iniziato a riempirsi di gente, complice il giorno di festa, e molti hanno iniziato a fare il bagno .  Ricordo che pesco nella bassa Toscana.

A quel punto ho dovuto smettere di pescare e mi sarei volentieri unito ai bagnanti, perchè la giornata era veramente estiva. Ma non avevo costume e asciugamano e sono tornato a casa.

Domenica 3 novembre sono tornato a pescare, sempre la mattina, ma la giornata era completamente diversa.

Freddo, vento, mare mosso al punto giusto per la nostra pesca, nuvole nere che minacciavano pioggia da un momento all’altro, anche se poi in effetti non ha piovuto.

La spiaggia era libera ed ho iniziato la mia passeggiata sapendo che avrei camminato molto e senza intoppi.

Non avrei mai immaginato che dopo aver rinunciato al bagno venerdi in una giornata che imitava il luglio estivo, avrei fatto un bel bagno quella mattina di domenica che prometteva temporali. Continue reading

quando si imbrogliano i terminali

spigola 11-10-13

Venerdì sono tornato a pesca, di mattina tardi circa tre ore tra le 9 e le 12 .

C’era mare molto agitato, quasi al limite delle possibilità di pesca.

La mia lotta con le onde è stata ripagata da questa bella spigola che ad occhio sarà pesata intorno al chilo. Non l’ho potuta pesare perchè l’ho regalata per strada, ancora prima di portarla a casa.

Però era davvero bella grande e molto combattiva .

Sono stati minuti di divertimento, per il resto la giornata è stata passata a sbrogliare spesso i terminali, con l’obbligo ogni tanto di tirare in terra e verificare che ce ne fosse rimasto qualcuno in pesca .

Sabato pomeriggio sono tornato ancora in pesca, stesso posto, stessi raglou, ma non ho preso nulla, a parte una spigoletta poco più grande della mano che ho ributtato in acqua .

Però il mare si era calmato, restava qualche onda di scaduta, ed ho camminato senza interruzioni, anche troppo visto che il buio mi ha sorpreso a metà spiaggia .

Sabato  dicevo non ho preso nulla, ma mi sono forse divertito di più di venerdì che ho preso la regina da un chilo (più o meno). Continue reading

Alghe, subdole alghe

alghe

Questo è il diario della mia prima uscita stagionale.

Questa mattina ho inaugurato la mia settimana di meritatissime ferie uscendo col il barchino divergente e spero in settimana di uscire almeno altre 3 o 4 volte.

Stamani mi sono alzato neanche troppo presto, sono corso in garage ed ho preso barchino ed attrezzatura così come l’avevo lasciata molti mese fa. Non ho rifatto neanche i terminali, per quel poco che sono stati in acqua la scorsa stagione. Avrò tempo di rinnovarli, stamani avevo voglia solo di essere in spiaggia.

Sono arrivato sulla spiaggia verso le otto ed ho trovato una situazione stupenda .

La spiaggia deserta, pulitissima. Il mare con qualche onda di scaduta, anch’esso pulito. Si intuiva una giornata di bel sole. Insomma sembrava davvero la giornata perfetta.

Ero partito da neanche 5 minuti che incrocio un altro pescatore con il barchino in mano. Uno che non conosco, ormai siamo in tanti ad usare il barchino ed il suo era bello stagionato, sapeva di antico. – Si affonda, mi dice.

Lì per lì non ho capito. Continue reading