Andare con il barchino divergente in una spiaggia piccola piccola

Vicino al mio paese c’è un’insenatura che i pescatori conoscono molto bene, perché è veramente miracolosa per quanto sia facile pescarci una spigola.

Essendo molto vicina al paese in estate (direi da dopo il primo maggio a fine settembre) è inavvicinabile con qualsiasi attrezzatura da pesca perché sempre piena di bagnanti, villeggianti al sole e molti molti bambini.

Però quando termina la stagione turistica c’è praticamente il cambio turno da amanti del sole e dei bagni con gli amanti della pesca.

Purtroppo però l’insenatura è piccolissima, al massimo 300 metri, inadatta alla pesca con il barchino divergente.

Veramente un peccato, perché dopo il bagnasciuga a ciottoli, subito sale la profondità dell’acqua su una distesa misto sabbia – alghe che sembra un habitat naturale per la spigola, che viene insidiata in molti modi, spesso a spinning, ma dove risulta difficile pescare con il barchino.

spiaggia piccola ma bella

Una piccola spiaggia ma non proprio come questa

Le difficoltà sono diverse, prima di tutto oggettive. Iniziando dalla spiaggia a ciottoli dove è difficile camminare, alle dimensioni ridotte che praticamente costringono ad un continuo avanti ed indietro, riducendo ancora di più lo spazio di pesca, visto che durante la  virata le esche sono praticamente ferme e non utilizzate.

Se si è fortunati e si va molto presto si può trovare la spiaggetta deserta. Ma appena arriva un altro pescatore praticamente si è costretti a riporre il barchino.

Ma le difficoltà sono anche tecniche. Se si prende una spigola quando siamo in prossimità della virata, come si porta il pesce a terra? Non si può proseguire (ad entrambi i lati dell’insenatura c’è una alta scogliera) per portare il barchino a terra e virare con il pesce allamato significa dargli tante possibilità di liberarsi dall’amo ed altrettante che il pesce, libero dalla tensione del traino, vada ad ingarbugliare tutti i terminali.

Se questo non bastasse io adoro la pesca con il barchino divergente per un motivo principale: le lunghe passeggiate che per me valgono molto di più di qualche spigoletta all’amo. Tante volte sono tornato a casa felice e rinfrancato da chilometri di buon passo sulla spiaggia invernale senza aver preso neanche una preda.   Pescare con il barchino in 300 mt di spiaggia toglie tutto il fascino a questa pesca.

Per tutti questi motivi ho sempre rinunciato a pescare in quell’insenatura, anche se la vedo passando con la macchina diretto alle spiagge più grandi e mi immagino tutte le magnifiche spigole che vi lascio.

Cosa ne pensate? Vale la pena provarci almeno una volta?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I dati inseriti saranno trattati esclusivamente per la pubblicazione del tuo commento. Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.