Un ostacolo grosso come un cavallo

Un ostacolo grosso come un cavallo

Questa mattina ho fatto la mia prima uscita dopo l’estate. Non vedevo l’ora di tornare a pesca. I tempi sono giusti, settembre è un ottimo periodo per la pesca, il tempo è sempre piacevole, purtroppo ancora le spiaggie sono abbastanza frequentate.

Perciò sono andato la mattina presto, anche se la marea bassissima non era quella giusta per la pesca, nella speranza di avere almeno un paio d’ore con la spiaggia tutta per me.

L’attrezzatura è stata rivista ed i terminali preparati per la nuova stagione. Arrivato sulla spiaggia ho trovato proprio davanti l’accesso dei pescatori (a canna fissa), ma avevo tutto il resto della spiaggia per me.

Purtroppo anche se la mattina presto ancora non ci sono bagnanti il mare è comunque invaso da boe e canali di via dei vari stabilimenti balneari che ancora occupano con le loro sdraio molta spiaggia costringendomi a camminare sul bagnasciuga.

Comunque per un’oretta sono stato solo e l’unica preoccupazione è stata quella di filare molto al largo il barchino per passare con il filo sopra le boe.

In pochi mesi qualcosa del paesaggio della spiaggia che ben conosco è cambiato: una cresta naturale di scogli che si allunga in mare e che di solito segna il mio traguardo da raggiungere prima di tornare indietro era completamente sparita, coperta da nuova sabbia. Un molo con un piccolo monumento di solito lambito dall’acqua adesso era almeno 3 metri lontano dalla riva. Daccordo che era bassa marea, ma sicuramente la spiaggia si è allargata .

Comunque tornando indietro ho dovuto fare una pausa per un ostacolo imprevisto. Un cavallo stava facendo il bagno !

 cavallo a bagno

In inverno mi capita di incontrare 1 o 2 cavalli sulla spiaggia dato la vicinanza di un maneggio, ma ognuno va per la sua strada.

Questa volta il cavaliere approfittando anche dell’acqua bassa faceva su e giu in mezzo al mare. Ho dovuto aspettare che ci fosse abbastanza acqua tra la riva ed il cavallo per passare in mezzo con il barchino.

Comunque dopo ho preso una leccia molto piccola . Ho fatto 3 volte avanti e indietro sul punto ma non ne ho pescate altre.

Andando avanti ho incontrato di nuovo le boe dello stabilimento balneare. In particolare una fila di boe in orizzontale per segnalare il punto dove l’acqua diventa profonda, in realtà distante dalla riva al massimo 5 metri .

Sono passato con il barchino al largo delle boe e una bella leccia, questa volta abbastanza grande, è saltata entro le boe vicinissimo a riva, quasi a prendermi in giro.

Poi sono arrivati i bagnanti e per me è stata l’ora di rientrare, ma è stata comunque una giornata particolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *