Un nuovo barchino solca i mari

Ricevo e pubblico molto volentieri l’email e le foto che mi ha inviato Massimiliano, un nuovo appassionato della pesca con il barchino divergente.

Ciao Salvatore
ti invio le foto del barchino da me costruito, con le dimensioni ed il particolare dell’aggancio con il trave.
L’ho realizzato con legno di abete e quindi molto leggero e l’ho provato sia con mare mosso che calmo e va benissimo.
Appena lo metti in acqua diverge prontamente ed in pochi secondi ti porta gli artificiali in pesca.
L’unico problema è il tempo per andare a pescare è sempre meno e quindi l’ho usato 3 o 4 volte e a parte qualche aguglia di spigole ancora niente!
Dimenticavo, mi trovo a Olbia e quindi pesco prevalentemente sulla costa est della Sardegna.
A presto! ……e complimenti per il bel sito dedicato a questo tipo di pesca!
Massimiliano

barchino costruito da Massimiliano
Mi sembra un bellissimo barchino, somiglia molto al mio, anche se questo ha le derive curve, mentre nel mio sono semplici diagonali a formare il trapezio.

Domando a Massimiliano ed agli altri: Quanta capacità manuale ci vuole per costruirsi da soli il barchino ? E’ alla portata di tutti ? Ci vogliono attrezzi particolari ?  La difficoltà maggiore la vedo nella scalatura delle prue che vengono assottigliate .

misure divergente barchino costruito da Massimiliano

Il disegno di questo progetto è molto chiaro e può aiutare i molti che vogliono provare a costruirsi il divergente da soli. Anche come misure assomiglia molto al mio barchino. Si tratta di due barchini più grandi della media che vedo in giro, ma quelli troppo piccoli poi non affrontano bene le onde.

particolare moschettone di aggancioIl particolare del moschettone è riferito ad uno degli ultimi articoli in cui si parla della scelta appunto tra un moschettone o un cerchio metallico per assicurare il trave al braccetto.

Ringrazio ancora pubblicamente Massimiliano per questo prezioso contributo.   Io ho saltato per adesso la costruzione del barchino, ma penso che autocostruirselo faccia parte del percorso con cui bisogna praticare questo tipo di pesca.

 

43 Responses to Un nuovo barchino solca i mari

  1. si è molto simile ai miei, per quanto riguarda la realizzazione io lo faccio smontabile con barre filettate e dadi detti galletti tutto in acciaio inox. Gli attrzzi che uso sono seghetto alternativo, trapano, smerigliatrice angolare con disco in carta abasiva,e tanta precisione.

  2. Ciao ragazzi, complimenti per il blog. Sono contento che qualcuno sia ancora appassionaato a questa tecnica. Sono siciliano ma vivo a Calenzano (fi) da quasi dieci anni. Da appassionato di pesca volevo provare anche questa tecnica. Ho già i pezzi tagliati di un barchino mi manca solo assemblarlo, ho già i Raglou e il trave completo. Volevo chiedervi come posso impermealizzare il barchino.  E’ fatto in fenolico ma le 2 traversine sono di un altro legno. Volevo renderlo inattaccabile dall’acqua.Poi volevo lancaiare un sasso……  ho visto che in Toscana c’è qualcuno che pratica questo tipo di pesca, S.Vincenzo, Marina di Pietrasanta ecc, perchè non ci incontriamo un giorno e passiamo una bella giornata di pesca insieme?Ciao a tutti da Denny

    • In effetti molti lettori di questo blog sono della Toscana, specialmente della zona sud.
      Per l’impermeabilizzazione ti risponderà chi è più esperto di me, ma penso che in ferramenta o negozio di bricolage trovi diverse vernici resistenti all’acqua.

  3. Ciao a tutti, ho scoperto da poco questo tipo di pesca e mi ha talmente affascinato che ho deciso di costruirmi il mio barchino, dopo essermi molto documentato oggi ho iniziato la costruzione.

    faccio il falegname e non è stato difficile, l’ho realizzato in multistrato fenolico da 20mm con la deriva maggiore lunga 65cm e quella minore 50cm tenute insieme da due traversine sempre in fenolico (che è molto resistente) non l’ho ancora finito per cui quando l’avro provato vi sapro dire se funziona

    per ora vi saluto e in bocca al lupo a tutti !!!!

  4. sempre i solito due pezzi di legno, ben realizzati certo ma sono sempre le solite due tavole che con la prima onda si cappottano,trascinati ,e che ingarbugliano i braccioli,
    [nota di admin: SPAM censurato]

    • Paolo, finora questo sito è stato esente da Spam … è chiaro che i tuoi interventi sono ai fini di interessi personali … Se vuoi partecipare alle discussioni partecipa, anche con critiche, ma che i tuoi interventi siano fondati e non abbiamo come fine quello di vendere il tuo barchino …. se vuoi mettere un annuncio lo puoi mettere chiaro e completo nella sezione mercatino .

  5. Ciao a tutti, scannettisti, vi scrivo da carlertini (sr) ho scoperto solo da un paio di mesi questa bellissima tecnica di pesca e me ne sono subito innamorato, mi sono costruito il barchino senza probemi (faccio il falegname) ma mi sa che ho scelto il periodo sbabliato x iniziare a pescare perchè non ho ancora preso niente. c’è da dire anche che dove vado io che è il tratto di spiaggia che va da Agnone fino alla foce del fiume S.Leonardo ci sono sempre molte reti calate e difficilmente passa qualcosa. Io però non mi arrendo anche perchè le camminate sulla spiaggia mi rilassano parecchio e sono sicuro che prima o poi arriverà anche qualche bella spigola. Se qualcuno ha qualche consiglio da darmi ne farò tesoro.Grazie a tutti in anticipo.

     

    • Vicino alle foci dei fiumi è il posto migliore per pescare le spigole, ma adesso non è più il periodo adatto .
      Comunque continua a fare su e giù per la spiaggia e con un po’ di fortuna una spigola potrebbe anche abboccare.
      Io fino a fine settembre non pescherò più, spiaggia e anche il mare troppo affollato di boe, ‘recinti’ per bagnani e barche all’ancora. Comunque leggi l’articolo A maggio si pesca ancora per gli altri pesci catturabili e magari poi qualcuno che pesca in estate (che invito ufficialmente) ci farà sapere qualcosa di più per questo periodo dell’anno.

      • grazie Salvatore! io continuerò a provarci almeno x tutto questo mese nei giorni di settimana nelle ore del tramonto le spiagge sono ancora abbastanza libere.

        spero in un esito positivo ti farò sapere e grazie ancora!!

        • Anch’io i primi tempi mi sono fatto belle camminate al tramonto senza prendere un pesce, ma l’errore è proprio lì. a pesca col barchino, almeno qui da me a Torvaianica, bisogna partire prima dell’alba, e quando si fanno le 9 si va a casa, naturalmente ci sono giorni di grandi soddisfazioni che coincidono con mare con onda 20-30 cm scirocco ed alta marea in cui mi è capitato di prendere anche 10 pezzi sui 300-500 Gr tra Spigole e Leccia Stella, naturalmente ci sono delle mattine in cui non si prende niente, sopratutto se il mare è agitato, il periodo buono và da Agosto a Novembre. Ho un amico che si è costruito un Barchino molto divergente che arriva a 150 -200 mt col quale usando artificiali Yamashita da 15 cm prende Serra e Ricciole fino a 15 Kg

          • all’ora migliore per pescare è dedicato un articolo ed un sondaggio.
            Il risultato è che siamo quasi equamente divisi tra chi preferisce il tramonto (54% adesso) e chi l’alba(46%) . Io personalmente pesco sia all’alba che al tramonto e le migliori pescate le faccio la sera. Ma dipende anche dai luoghi.
            Poi a tutti capitano giornate a vuoto e giornate da ricordare e come hai detto tu dipende molto dalle condizioni del mare.
            la mia stagione invece inizierà ad ottobre e la porterò avanti fino a maggio.

      • Ciao volevo farti una domanda se è possibile , sono di catanzaro potresti solo dirmi dove trovare l’asta di acciaio da montare esternamente al barchino per agganciare il trave con gli artificiali ??? Ciao Grazie Andrea

  6. Io ho cercato di andare “controcorrente” e di andare a pescare anche in questo periodo col barchino, non alle spigole ma ai serra barracuda o ricciole o lecce, montando finali da serra sul trave (250-300 cm di nilon 0,50 o 0,70 con 20-30 cm di cavetto d’acciaio) ed innescata la sarda a pezzi, intera, rivoltata, non ho avuto successo ed ho preferito lasciare il barchino a casa ed andare a spinning, il barchino lo riprenderò a settembre/ottobre fino  marzo/aprile, per ilmomento mi sembra inutile andarci……

     

     

  7. Ciao a tutti! l’estate è ormai (ahimè) finita, ma non vedo l’ora di tornare a passeggiare sulla spiaggia con il mio barchino, a fine mese dopo aver apportato qualche piccola modifica per farlo navigare sempre meglio, spero di prendere qualcosa.
    vi farò sapere magari allegando qualche foto di belle catture…
    In bocca al lupo a tutti!!!

  8. ciao un salutone a tutti sono un nuovo iscritto ,sono di carrara.è trascorso 1 anno da quando ho costruito il barchino ma purtroppo non ho potuto sfruttarlo ,nn vedo l’ora che inizi la stagione , da me le spiagge sono ancora piene di gente .

    • anch’io probabilmente inizierò ad ottobre per lo stesso motivo.
      Intanto però ho fatto la lista della spesa per prepararmi:
      – 1 nuovo moschettone o anello per l’aggancio del barchino
      – lenza del 30 per fare i terminali nuovi
      – ami nuovi
      – un paio di nuovi raglou, non perchè non li ho, ma per averne in più

  9. Volevo fare una domanda a chi forse ci ha già provato:

    si può fare la traina con il barchino con esca viva? ad esempio con il coreano? è più efficace rispetto ai raglou? Grazie a tutti in anticipo!!

    • si! potresti anche farlo, e otterrai anche qualche risultato. Però mettendo il coreano sarai costretto a continui recuperi del barchino visto che attirerai anche molta minutaglia che ti aggredirà il boccone. aguglie e occhiate se presenti saranno tue.

  10. Se invece dei vermi che sarebbero divorati dopo pochi metri di traina potresti procurarti del vivo vero e prorpio, tipo cefaletti o aguglie o qualsiasi altro pesce vivo da innsecare ovviamente vivo ed in salute in modo che attiri i predatori che non resisteranno ad addentarlo…………

     

    però devi prima procurartelo il vivo (^_^)

     

     

    • Ecco cosa intendevo…….. Il coreano è un pochino troppo soggetto agli attacchi di minutaglia. Metti qualche aguglietta o cefaletto come ti hanno detto e vedrai. Altra cosa molto importante prevedi uso di trecciato o filo d’acciaio perchè i serra non resistono al vivo e i terminali in nylon non resistono ai serra.

       P.S usa i filetti di sarda con due palline di vetro sfaccettate poste prima dell’amo , in modo da fare luccicare la preda e se ci sono lecce stella vedrai i risultati.

  11. Come il nylon anche il trecciato verrebbe tranciato di netto dai serra, l’unica è il cavetto  d’acciaio………..

    interessante il discorzo delle palline di vetro sfaccettate, ma tu le utilizzi già Denny ?

    non appesantiscono un po troppo l’esca ?

     

     

    • ci sono delle differenze che spesso fanno si che portiamo il pesce a casa. Analiziamo:

      Il trecciato è molto resistente , molto fine e leggero.

       Il cavetto d’acciaio (ottimo) è un pochino più grosso e e pesante per ottenere lo stesso carico di rottura del trecciato.

      Il Nylon con i serra non va assolutamente bene ci vorrebbe un 100.

      Nella bocca del serra il trecciato passerà tra dente e dente fino alle gengive a mo di filo interdentale, il cavetto essendo più grosso spesso resta tra due denti ed è li che potrebbe fare crack. Il nylon resiste solo se hai fatto voto a qualche santo.

      Il barchino l’ho rifatto quest’anno dopo anni di inutilizzo di tale tecnica. Sono appassionato di traina dalla barca, spinning e bombarda e queste tecniche sono molto affini.

  12. Certo che si può usare il vivo. Nella traina con il divergente si possono usare tutte le tecniche che si usano con la traina dalla barca.

    però pescare con il vivo è un po’ più complicato come preparazione e come tecnica.  Ma assicura prede di misura maggiore.

    Denny cosa è la bombarda ?

  13. ah certo, ne ho anche trovati un paio di queste ‘bombarde’ lo scorso inverno sulla spiaggia.

    Ora saprei come usarle …. anche se è tanto che non vado più con la canna

  14. vi ringrazio tutti per le vostre opinioni mi sono state di grande aiuto! detto questo credo proprio che continuerò con i raglou magari di colori e dimensioni diversi e… speriamo bene!!

  15. Buon pomeriggio, sono dal Brasile e mi meravigliai di questo tipo di pesca.
    Da quello che ho visto, ci sono due dimensioni di legno. raccolta esempio, uno 62 e gli altri 52 cm. Come allineare le due cose? Se meno è 10 cm più piccolo dovrebbe dare 5 per ogni lato il confronto con il più alto? Attendo risposta e vi ringrazio.
    Abbraccio grande, Jairo.

  16. Ciao Jairo e ben venuto tra noi……

    Posso darti tutte le informazioni che ti servono per costruirti il tuo barchino divergente da solo, ma ho bisogno dell’approvazione di Salvatore (l’amministratore di questo blog) per pubblicare il link del mio blog dove ho inserito un post-guida su come costruirsi il proprio barchino divergente da soli…

     

    chiedo a Salvatore il  permesso……

     

     

  17. ciao a tutti vorrei un consiglio per il mio barchino non diverge abbastanza cosa dovrei fare come modifica grazie ancora

  18. Ciao marco…..
    Di quale barchino parli, non dici niente a riguardo, dacci le misure e/o anche una foto altrimenti su cosa ci basiamo.

  19. SALVE A TUTTI, SONO IN FASE DI COSTRUZIONE DEL MIO DIVERGENTE, VORREI SOLO SAPERE CHE PESO DOVREI METTERCI INTENDO LA ZAVORRA AVENDO QUESTE MISURE:
    LATO + LUNGO 60X20X1,5
    LATO + CORTO 50X20X1,5
    GRAZIE A TUTTI COLORO MI DARANNO DELLE DRITTE GIUSTE!!!

      • Scusate l’intromissione, ma come ci si regola? portando sullo stesso piano le due sponde del barchino forse? o le due sponde devono essere sempre una più in alto dell’altra? grazie

        • Per quanto mi riguarda il barchino divergente è uno solo: quello con la deriva al largo più lunga e più alta di quella a terra . Barchini con le due derive uguali non voglio neanche provarli .

          • certo certo, siccome si parlava di zavorra allora mi chiedevo come regolarsi o meglio se le due derive per un buon funzionamento e per evitare il ribaltamento, dovessero essere sullo stesso piano e quindi aiutarsi con il piombo per far scendere quella al largo

  20. volevo farti solo una domanda se è possibile , sono di catanzaro potresti solo dirmi dove trovare l’asta di acciaio da montare esternamente al barchino per agganciare il trave con gli artificiali ??? Ciao Grazie Andrea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *