La delusione per un cappotto inaspettato

Sabato sono uscito a pesca e non ho preso niente.

Veramente non ho preso nulla neanche la volta prima e quella prima ancora.

Insomma è molto che non catturo una spigola,  ma finora non mi ero preoccupato, perchè ero uscito consapevole che la situazione meteo non fosse quella ideale.

Sabato invece le condizioni c’erano tutte.

Venerdì ha fatto una mareggiata e sabato mattina c’era il mare in scaduta, un buon moto ondoso. Sono andato a pescare dalle 7.30 alle 11.30, esattamente a cavallo del culmine di alta marea che era alle 9.20 .

Ho pescato sulla spiaggia che mi ha sempre dato soddisfazioni.

Ho messo in acqua solo i miei raglou più affidabili, senza fare nessun esperimento.

Ma tre ore di pesca sono andate a vuoto e non era neanche una bella giornata da godersi il mare.

Sono tornato a casa un po’ pensieroso su questa situazione e sui motivi per cui è mancata la cattura.

Non so darmi spiegazioni per me accettabili.

Se il meteo era quello giusto e la zona di pesca è sempre stata fruttuosa, non rimane che attribuire il cappotto all’attrezzatura.

I Raglou (2 bianchi, 2 bianco/azzurro, uno bianco/grigio) però non possono essere sotto esame.

Ho pensato che forse la colpa è dei terminali ormai invecchiati.

A forza di avvolgerli nelle loro bacchette, la lenza del terminale si presenta spiegazzata, con la ‘memoria’ dell’avvoglimento. Steso sulla spiaggia è un po’ zigzagante.

In acqua con la tensione della traina si stendono e non mi sembra che abbiano problemi di navigazione.

Ma forse la lenza così sformata anche se non si vede ad occhio, rende il movimento dei pesciolini poco naturale.

Non ne sono convinto, ma nel dubbio cambiare la lenza di 5 terminali è un lavoro da poco e lo farò. Anche perchè per ora non mi vengono in mente altri rimedi da portare a questa prolungata assenza di pescato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *