La misura minima della spigola è 25 cm di lunghezza

Tutti noi pescatori quando peschiamo un pesce veramente piccolo lo ributtiamo a mare, sono sicuro che è una pratica comune che tutti rispettano .

Ma la nostra valutazione è ad occhio, non possiamo certo andare a pescare con il centimetro e tantomeno con la bilancia . Ci basiamo sul buon senso . E anche sull’entusiasmo: se prendiamo per primo una spigola bella grossa, quelle che vengono dopo le rilasciamo in mare con meno batticuore .

Ma la misura minima ed il quantitativo di pesce che si può pescare in mare (in acque interne vigono leggi locali) è stabilito da un regolamento della comunità europea, il Regolamento (CE) n. 1967/2006 della Commissione del 21 dicembre 2006 relativo alle misure di gestione per lo sfruttamento sostenibile delle risorse della pesca nel Mar Mediterraneo e recante modifica del regolamento (CEE) n. 2847/93 e che abroga il regolamento (CE) n. 1626/94

La Comunità si è impegnata ad applicare una strategia
precauzionale nell’adozione di misure volte a proteggere e
conservare le risorse acquatiche vive e gli ecosistemi marini
e a garantirne uno sfruttamento sostenibile.

Le catture eccessive di individui sottotaglia dovrebbero
essere evitate. A tal fine è necessario proteggere determinate
zone in cui si riunisce il novellame, tenendo conto delle
condizioni biologiche locali.




La regolamentazione della pesca (sportiva e commerciale) prescrive le misure minime per i pesci che possono essere pescati. Se la cattura è al di sotto del limite fissato i pesci devono essere rilasciati, mentre sopra lo stesso limite possono essere prelevati fino ad un quantitativo massimo.  Per la pesca sportiva il limite massimo è di 5 chilogrammi per persona al giorno.

La finalità della misura minima è permettere ai pesci di potersi riprodurre almeno una volta nella vita prima di diventare preda di un pescatore, mentre il limite di peso giornaliero divide l’attività commerciale dalla pesca sportiva e a scopo personale e destinato al consumo alimentare diretto.

Per tutte le specie che non hanno una misura minima nella tabella del regolamento richiamato la legge stabilisce la misura minima di soli 7 cm, che per molte specie significa poter pescare praticamente tutto.

La taglia di un pesce è misurata, come indicato nella figura dall’estremità anteriore del muso sino all’estremità della pinna caudale.

misura minima pescato

Visto che ci interessa particolarmente vi dico che la misura minima della spigola per poterla portare a casa è di 25 cm .  Per le altre specie vi invito a leggere la tabella in allegato al regolamento, anche se non mi sembra ci siano altre prede insidiabili con la pesca con il barchino divergente, per cui vale la regola dei 7 cm.

ALLEGATO III
Taglie minime degli organismi marini

Denominazione scientifica Nome comune Taglia minima

    • Dicentrarchus labrax Spigola 25 cm
    • Diplodus annularis Sparaglione 12 cm
    • Diplodus puntazzo Sarago pizzuto 18 cm
    • Diplodus sargus Sarago maggiore 23 cm
    • Diplodus vulgaris Sarago testa nera 18 cm
    • Engraulis encrasicolus  Acciuga 9 cm
    • Epinephelus spp. Cernia 45 cm
    • Lithognathus mormyrus Mormora 20 cm
    • Merluccius merluccius Nasello 20 cm
    • Mullus spp. Triglia 11 cm
    • Pagellus acarne Pagello mafrone 17 cm
    • Pagellus bogaraveo Occhialone 33 cm
    • Pagellus erythrinus Pagello fragolino 15 cm
    • Pagrus pagrus Pagro mediterraneo 18 cm
    • Polyprion americanus Cernia di fondale 45 cm
    • Sardina pilchardus  Sardina 11 cm
    • Scomber spp. Sgombro 18 cm
    • Solea vulgaris Sogliola 20 cm
    • Sparus aurata Orata 20 cm
    • Trachurus spp. Suri 15 cm

One Response to La misura minima della spigola è 25 cm di lunghezza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *