Il barchino ? Poche regole e fantasia

barchino esempio 1
Molti mi chiedono le misure per costruire il barchino divergente .

Nella pagina cosa è la pesca con il divergente ci sono un paio di esempi, ma le misure non sono fisse e non sono neanche la cosa più importante .

La cosa importante sono le due derive, di dimensioni diverse, per cui una sposta più acqua dell’altra e di conseguenza riceve una maggiore spinta . E’ questa asimmetria, con la deriva più grande più al largo di quella più piccola, a far si che il barchino diverga verso il largo e permetta questo tipo di pesca.

Una volta tenuto presente questo concetto si può provare a costruire il barchino, anche ad occhio o secondo la propria fantasia . Altri aspetti, le misure, il peso, la sagomatura, la distanza l’una dall’altra delle derive, possono migliorare o peggiorare questa divergenza. Sta ad ognuno trovare le proprie proporzioni .

Ho usato le immagini di un filmato di youtube che mostra esattamente come il barchino non sia una cosa scolpita e fissa, ma che ci si può mettere anche un po’ di personalità. E mone6595 (lo pseudonimo usato su youtube) ha dimostrato che ci si può anche allontanare dall’immagine di un barchino classico.
Anzi molti si divertono più a progettare e costruire barchini che a pescare. Ed il periodo estivo, che rende molte spiagge impraticabili per la nostra pesca, è spesso dedicato alla costruzione e prova in acqua dei nuovi barchini, che poi andranno in pesca solo in autunno .

La prima foto e questa seguente mostrano la volontà di lasciare lo spazio centrale delle derive al libero passaggio dell’acqua. Solo il costruttore potrà dirci se e come questo esperimento ha avuto successo.

barchino esempio 2

Ecco altre foto prese dal filmato . Da notare che non cambia solo la forma del barchino e le misure, ma anche le modalità di costruzione. Ad esempio le barre laterali mi sembrano attaccate in modo diverso, i contrappesi cambiano .

barchino esempio 3 e 4

barchino esempio 3 e 4 fronte

barchino altri esempi

Questo barchino al centro mi sembra il più curioso. Forse sarà quello che ha meno stabilità in navigazione (pura supposizione) ma la curvatura del braccetto invece mi sembra molto interessante.

barchino altri esempi fronte

Allora che ne dite di questa carrellata di fotografie ? Quelle che abbiamo nella Galleria Immagini sono di barchini molto più classici.

Qualcuno ha sperimentato come mone6595 forme non classiche del barchino divergente ? inviate le foto e commentate i risultati ottenuti.



16 Responses to Il barchino ? Poche regole e fantasia

  1. Conosco quel filmato, spero che il costruttore di questi barchini si faccia vivo così possiamo chiedergli come navigano i suoi barchini…….

    secondo me, montare due assi, magari di dimensioni diverse, e gollegarle tra di loro non è roba da grandi ingegneri, anche perchè in qualche modo in acqua divergono lostesso, ma quello che interessa a noi barchinari è come diverge e quanto diverge, e poi come ed in che modo tiene il mare mosso magari senza cappottarsi….

     

    dai Salvatore, invitalo ad esprimere il suo giudizio sulle sue invenzioni e ci dice come vanno i suoi barchini che siamo curiosi di sapere.

    • Si, l’ho invitato commentando il suo filmato youtube, non ho altro mezzo. Ma a leggere i commenti adesso è in meritate ferie. Speriamo prossimamente si faccia vivo.

  2. soprattutto sarei curioso di sapere come divergono quello con i buchi e quello con le derive interrotte!

    secondo me non devono essere un gran che però penso che in quel modo tengono meglio il mare mosso,

    mi sbaglio?

  3. Ciao a tutti.

    Secondo me non sono dei soppramobili e navigano tutti bene !

    Probabilmente ognuno di essi ha una forma studiata appositamente per determinate condizioni del mare.

    Certo e’ che sarebbe bello vederli in azione…

  4. Tanto per precisare,il pescatore in questione mi incontro’ mentre stavamo pescando a Passoscuro e vidde il mio barchino che menzionai in questo sito un anno fa’,dissi che era innovativo e riusciva a pescare con mare molto mosso,incuriosito dalla forma insolita, mi chiese ed io spiegai.

    Ed ecco che vedo questa brutta imitazione resa pubblica.

    Quello che vidde e’ questo!

     

  5. Ma il tizio dei barchini di questo post è svanito nel nulla ?!! sono sicuro che da “ospite” li legge questi messaggi visto che salvatore l’ha invitato a partecipare quindi di conseguenza gli avrà passato il link di questo articolo….

    Se ci leggi (come penso che sia) vedi che non mordiamo mica sai (^_^).

  6. Io invece a quel barchino con le derive spezzate non davo nessuna fiducia.

    E ora scopro che è l’idea di cippalippa !

    Ma non lo concepisco proprio.

    Non capisco come farebbe a prendere bene il largo con la superficie che sposta l’acqua così ridotta.

  7. Probabilmente prende il largo piu’ lentamente visto la superficie che sposta l’acqua è inferiore e forse risulta piu’ leggero essere trainato….

  8. questo qui’ e’ il barchino da tempesta,Salvatore ha pure messo il video di you tube, oggi e’ uscito il secondo video col mio nick ,non piu’ deriva storm dato che ormai sui forum mi conoscono come cippalippa,andatelo a vedere https://www.youtube.com/watch?v=kLxlRHpnOrc

    parto con novanta metri di trave a terra,il traino e’ come tutti i barchini classici, non “pesa” di piu’ ma si tira anche  130 metri di trave

     

  9. Bel video Cippalippa!

    Naviga molto bene! E anche il progetto è assai insolito..

    Ma dalle nostre parti quando spira il maestrale le condizioni sono proibitive per le imbarcazioni molto piu’ grosse figurati per un barchino!

    Dalle dimensioni mi sembra abbastanza ampio e col baricentro abbastanza basso. Ottimo direi.

    • questo barchino l’ho ideato per questo,mi serviva un attrezzo che mi potesse far pescare con qualsiasi condizione trovassi,per anni quando arrivavo e trovavo un mare formato mi toccava pescare vedendo il barchino cappottarsi con le onde,era veramente frustrante,e perdipiu’ mi accorgevo che erano quelle le codizioni migliori di mare per trovare pesce,questo barchino non deve affrontare situazioni impossibili,anche se l’ho testato con onde di un metro e mezzo,ma mi deve far pescare agevolmente in quelle condizioni nelle quali il mio vecchio barchino classico si capovolgeva e ingarbugliava i braccioli rendendomi la pesca faticosissima! Tutti sanno che con il mare con onde di 60-70 cm il barchino classico si capovolge e fatica ad entrare in pesca e se ci riesce ad allontanarsi,c’e’ sempre un altra onda pronta  a capovolgerlo e a riportarlo 10 metri indietro,di fatti le domande che piu’ spesso si trovano nei forum che trattano la cosruzione,sono sempre le stesse domande,come faccio a non farlo cappottare?oppure,con mare mosso il mio barchino non esce,devo piombarlo di piu’?Ragazzi,sono 30 anni ormai che pesco con il barchino,ne ho fatti di tutti i tipi e misure,con questo alla fine ho centrato il segno, e ora oltre a pescare mi diverto pure a guidarlo,per verificare fino a che punto posso spingerlo usando la multifibra in diversi tipi di conformazione,il trave e’ il piu’ grande limite per i barchini e riuscire a farlo a dovere e usare tecniche di manovra appropriate permettono all’attrezzo di navigare al meglio delle sue possibilita’

  10. buon giorno sono un appassionato della pesca con divergente volevo sapere dove potevo trovare lo stesso barchino che lei usa per il mare mosso dal video pare che sia in alluminio li vende per caso oppure mi può dare qualche diritta per poterlo costruire ??? buon inizio settimana

    • L’autore di quel video è parecchio tempo che non lo sentiamo più su questo blog.
      La sua idea era quella di vendere quei barchini, poi non so cosa ha fatto .
      Comunque in fondo al video c’è la sua email. Prova a contattarlo .

      Io comunque resto affezionato al barchino tradizionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *